Palazzo Canova

La cosiddetta “Porta del sale”, situata in via del Tribunale e visibile da Piazza San Francesco, è sovrastata dall’imponente Palazzo Canova (probabilmente in origine verso il ‘500 il Castello di San Gemini). Fu residenza estiva del celebre scultore veneto.

A San Gemini, oltre al palazzo che si estende per tutto il perimetro, il Canova era proprietario anche di terreni (tenuta di Valle Antica) ed altre abitazioni. Questa “possessione” è esplicitamente citata nel suo testamento datato 12 ottobre 1822.

Tratto da “San Gemini e le terre arnolfe”, di Silvestro Nessi, San Gemini 1996 3° Edizione, Edito da Ass. Pro San Gemini.
Foto: Stefano Ferri. © 2014.